• Oggi è: martedì, Gennaio 18, 2022

Pensioni, Capone: è necessaria una riforma basata su “quota 41”

redazione
redazione
Gennaio13/ 2022

“Urge una riforma complessiva del sistema previdenziale che dia certezze ai lavoratori rispetto al superamento della legge Fornero e all`individuazione di meccanismi di flessibilità in uscita. L`innalzamento dell`età anagrafica a 64 anni stabilito con quota 102 si è rivelato fortemente penalizzante e non può rappresentare una soluzione”. Lo dichiara il leader dell’Ugl, Paolo Capone.

“Riteniamo fondamentale partire da una proposta come quota 41 che prevede 41 anni di contributi a prescindere dall`età lavorativa, incentivando, peraltro il turnover generazionale – aggiunge – auspichiamo, dunque, una riforma equa che tuteli i diritti acquisiti dei lavoratori garantendo libertà di scelta e, al contempo, agevolazioni all`ingresso dei giovani nel mondo del lavoro”.

E.G.